sabato 27 aprile 2013

RICOSTRUIRE LE RAGIONI DELLO STARE ASSIEME.......

...............A partire dalle ragioni della nostra terra. Quando? Adesso perchè è ora.
Con storia e percorsi distinti, oggi a Macomer uomini e donne a vario titolo collocati dentro e fuori l'arcipelago del centrosinistra e della sinistra provano ad incontrarsi, autoconvocati, per verificare se e quanto sia possibile, al netto della vicenda politica nazionale, qui e ora in Sardegna creare le condizioni per aprire un processo nuovo ed originale che partendo da una sintesi condivisa  sui 65 anni  di vita della nostra Autonomia Speciale, provi a ragionare nei territori e con le loro popolazioni di una diversa ipotesi di sviluppo e di un suo modello nuovo e radicalmente diverso che metta al centro la Cultura, l'Aria, l'Acqua, la Terra,il Sole e l'Identità che appartengono per diritto naturale al popolo Sardo libero e Sovrano.

A partire dai contenuti provare cioè  a mettere in campo un sapere collettivo, che metta in moto e costringa il movimento autonomista sardo e le sue articolazioni dirigenti; politiche, istituzionali, economiche e sociali a discutere di futuro e del futuro dei Sardi di domani lavorando sodo per garantire quelli di oggi.

Un lavoro libero da vincoli di rappresentanza, ma equi vicino a quelle forze politiche organizzate che già si sono collocate in quest'orizzonte e a tutti coloro, organizzati o meno, che intenderanno provare a trovare ragioni di condivisione su  questi contenuti e  sulle nuove prospettive ideali e culturali.

Da mesi settori politici e sociali, tra i partiti e nella rete, cosi come in significativi mezzi di comunicazione tra i più avvertiti, segnalano l'esigenza ormai indifferibile di avviare il processo di costruzione di un soggetto politico sardo della sinistra, autonomo  distinto e sovrano, rispetto ai partiti della sinistra italiana.

Un soggetto federalista, sovranista ed europeista  che abbia la capacita di avere una visione glocal. Ecco sinteticamente alcuni dei punti di snodo di una discussione possibile e io penso anche utile quando? Adesso perchè è ora di dare una chance all'idea che sia possibile proporre una Sardegna Sostenibile & Sovrana.
Settantasei anni fa in data odierna a Roma moriva  l'intellettuale sardo di fama e valore internazionale, Antonio Gramsci. Pensiero e azione per renderLe omaggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Commenta.Arrexionis